Trattare con la gente? Ecco qui come

Bisogna partire dal presupposto che anche nelle professioni più tecniche il successo è dato dalle seguenti proporzioni : 15% Talento e solide conoscenze, 85% doti umane, personalità e capacità di farsi seguire.

Saper instaurare delle ottime relazioni con chi ci circonda è fondamentale sia nella nostra vita amorosa, familiare e nella nostra cerchia di amici, sia in quella lavorativa e professionale.

Questo non vuol dire fare sempre ciò che gli altri vogliono o fingere di essere sempre d’accordo, ma saper esprimere i nostri punti di vista nel modo adeguato.

Per questa ragione oggi ho deciso di condividere con te 3 consigli tratti dal best-seller “Come trattare gli altri e farseli amici” , un manuale di crescità personale e di comunicazione che ha riscontrato un successo globale:

1. Non criticare, non condannare, non recriminare.

John Wanamaker disse : Ho abbastanza guai per superare i miei limiti personali senza il bisogno di farmi il sangue amaro per l’evidente constatazione che il buon Dio non ha ritenuto di distribuire a tutti un eguale misura di intelligenza.

A me questa espressione fa ridere, ad altri invece può sembrare un pò dura, ma ciò che voglio dire è semplicemente di accettare che non tutti abbiamo lo stesso modo di pensare.

Ognuno di noi ha esperienze di vita, background culturali, prospettive diverse che non solo bisogna accettare ma anche provare a comprendere.

La critica è inutile perché pone le persone sulla difensiva e alla ricerca di una giustificazione, ferisce l’orgoglio e rende impotenti suscitando risentimento.

Piuttosto, dimostra l’apertura mentale di capire che si possono avere opinioni differenti su una stessa questione. Questo è il primo passo per lasciare che l’altra persona si ammorbidisca e magari si avvicini di più a te per cercare di comprendere la tua opinione.

Tutti gli uomini hanno una cosa in comone: sono tanto smaniosi di approvazione quanto timorosi di critiche. 

Trattando con la gente ricordiamoci che abbiamo a che fare con creature governate non dalla logica ma dalle passioni, impastate di pregiudizi e mosse dall’orgoglio e vanità.

“Un grande uomo mostra la sua grandezza dal modo in cui tratta gli altri.” 

Umgang mit menschen

2. Sii generoso nel fare apprezzamenti ONESTI e SINCERI

Il bisogno più sentito dalla natura è quello di : “Sentirsi importanti”.

Se hai apprezzamenti da fare, falli. Non tenerli per te. Questo ti aiuta anche a vedere ciò che di buono c’è in quella persona e concentrarti perché migliori ed esca sempre più fuori.

ATTENZIONE: Nessuna adulazione, ma veri apprezzamenti!

Se fossi buono solo ad evidenziare i difetti degli altri, non riusciresti a riconoscerne una loro qualità nemmeno  se fosse di una evidenzia plateale (cosi nascono infatti i pregiudizi).

Charles Schwab, uno dei più grandi uomini d’affari americani a guadagnare più di un milione di euro l’anno (in quei tempi in cui guadagnare 50 dollari la settimana erano soldoni) spiega cosi il motivo del suo successo (Schwab risponde alla domanda perché era pagato molto da una società che aveva rimesto in sesto):

Ritengo che la mia più grande qualità sia quella di destare in chi mi circonda il massimo entusiasmo, e questo sopratutto grazie al riconoscimento dei meriti di ciascuno e l’incoraggiamento continuo. Non c’è niente che deprima di più una persona delle critiche di un superiore gerarchico. Io non critico mai nessuno. Incentivo i dipendenti e sono tanto propenso a lodare quanto restio a trovare difetti. Se voglio che una cosa sia fatta, non ho paura di abbondare in sincera approvazione e lodi.

Importante è riscoprire la forza della gratificazione. Spesso ci preoccupiano del nutriamento dei corpi delle persone che ci circondano, ma raramente pensiamo al loro nutrimento interiore, per la loro fiducia in se stessi.

Umgang mit menschen

3. Capisci i gusti degli altri per attrarli e lasciarti seguire

“Esattamente come quando si va a pesca, non si cerca di adattare il gusto dei pesci ai propri ma i propri a quello dei pesci. allora perché non usare lo stesso elementare buon senso anche quando trattiamo con la gente?”

Ascoltare le persone è il primo passo per scoprire i loro interessi ed utilizzarli come ponte per collegarsi a loro.

Se vuoi che tuo figlio mangi di più è inutile costringerlo a mangiare con la forza, ma se sai che la sua passione più grande è il calcio, basta fargli capire che senza le energie necessarie non potrà mai diventare un giocatore prestante a certi livelli.

Se non vuoi che tuo figlio fumi, non dargli proibizione, ma dimostragli come il fumo può danneggiare i suoi interessi: vincere le olimpiadi, la corsa ai cento metri, gare di nuoto…

La domanda è quindi:  Come posso fare in modo che questa persona arrivi a desiderare la stessa cosa che voglio io?

Il mondo è pieno di gente attenta solo al proprio profitto. Cosi le poche persone che danno la sensazione di occuparsi in qualche modo degli altri riscontra successo.

Interessante, no?

Spero che questi consigli ti siano stati di aiuto!

Non dimenticare a mettere un mi piace o lasciare un commento se hai trovato questo post interessante e d’ispirazione.

Vuoi fare parte del nostro gruppo per partecipare e raccontarci le tue esperienze?

Collabora con noi iscrivendoti qui.

Con affetto,

Alfonso di KnowHow.

Lascia un commento